Un dirigente del team...

Un dirigente del team...

che realizza servizi ed interviste per giornali, riviste, radio tv e varie testate giornalistiche.

Business Plan

Business Plan

Il piano di fornitura che dedichiamo alle Emittenti Televisive con cui forniamo interviste audio e video con contenuti dinamici testi e quantaltro occorrente per rendere il servizio brillante sotto ogni aspetto.

Una delle ultime interviste...

Una delle ultime interviste...

realizzata a Dubai per conto di una Emittente televisiva francese

Un Dirigente in Riunione con i Collaboratori

Un Dirigente in Riunione con i Collaboratori

a cui impartisce aggiornamenti periodici sulle metodiche e realizzazioni giornalistiche all\'avanguardia.

Un affiatato Team...

Un affiatato Team...

che lavora instancabilmente per realizzare i migliori reportage diffusi dalla stragrande maggioranza delle emittenti radio televisive di tutta Europa.

 

La Regione punta sull’innovazione: 1,5 milioni per 51 assegni di ricerca su Big data e nuove tecnologie

L'assessore Salomoni: "Continuiamo a investire sulle alte competenze per creare nuova occupazione. Più di 16 milioni le risorse impiegate"

Coronavirus, e-learning per l’accesso alle professioni: la formazione è a distanza

L'assessore Colla: “Prosegue il percorso di aggiornamento dei professionisti, figure qualificate in vista della fase di ripresa”

Agricoltura: Imprudente e Fioretti , reintrodurre voucher

(REGFLASH) - L'aquila, 07 apr. La pandemia rischia di mettere in ginocchio il mondo agricolo, per scongiurare conseguenze ancor più dannose abbiamo sentito la necessità di sottoporre al Governo con una nota ufficiale la reintroduzione dei “buoni lavoro”, i cosiddetti voucher in agricoltura, quale strumento volto a garantire la raccolta nelle campagne. Con il ripristino di tale modalità di retribuzione, per lavori comunemente e notoriamente stagionali, tra le altre si potrebbero soddisfare due principali necessità: garantire la continuità della produzione della filiera agroalimentare e offrire strumenti d’integrazione al reddito alla popolazione attiva, anch’essa in forte difficoltà per il blocco totale della produzione in altri settori. Riconsiderare l’emendamento volto alla reintroduzione dei voucher nell’ambito della discussione parlamentare risponderebbe quindi alla necessità di tutelare le esigenze di quelle imprese che stanno oggi, nonostante l’emergenza e tra mille difficoltà, continuando a lavorare per garantire, nell’interesse di tutti i cittadini, uno dei beni più preziosi del nostro Paese: il cibo “Made in Italy” Così in una nota il Vicepresidente con delega all’Agricoltura, Emanuele Imprudente, e l'assessore con delega al Lavoro, Piero Fioretti. (REGFLASH) US 200407  

Risorse digitali online dell'Ateneo sul Covid-19

  

Coronavirus, l’aggiornamento: 17.825 i casi positivi in Emilia-Romagna, 269 in più rispetto a ieri. I casi lievi in isolamento a casa sono 7.861

Diminuiscono i ricoverati nei reparti Covid (-54) e nelle terapie intensive (-6). Alcuni posti letti riconvertiti per altre patologie. I nuovi decessi sono 72

Nuove disposizioni ERASMUS per interruzione mobilità

Covid-19: nota dell'asssessore Liris su incarico da medico

(REGFLASH) Pescara, 7 apr. Dall'assessore Guido Quintino Liris riceviamo e pubblichiamo quanto segue: "Il mio incarico alla Asl è completamente gratuito. Torno a fare il lavoro che amo per dare una mano in questa drammatica pandemia ma il mio impegno in Regione non è mai venuto meno e mai lo sarà. Non avrei minimamente immaginato che un atto di generosità e di disponibilità, in un momento di così tragica emergenza, che mi ha visto finora in silenzio in prima linea, avesse bisogno di spiegazioni e di pubblicità, e che navigati esponenti politici si potessero avventurare nel parlare, senza avere le carte in mano. In tal  senso, ritengo che una richiesta di accesso agli atti sarebbe stata opportuna: è apprezzabile la posizione del consigliere regionale del Pd, Silvio Paolucci che, invece, sul punto è stato molto più prudente. Siamo di fronte ad un’epidemia che ha valicato i confini tra Stati e Continenti a tal punto da essere definita dall'organizzazione mondiale della sanità una "pandemia". Sono un epidemiologo, c'è molto da fare e quindi ho pensato di rendermi utile interrogando per settimane esperti della PA per individuare un percorso legittimo e corretto, senza alcun guadagno per la mia persona; così, da subito ho chiesto che il mio impegno fosse considerato volontario e gratuito. Pertanto, in questa vicenda anacronistica, nella dolorosa condizione che viviamo, è necessario fare alcune precisazioni, rispondere alle sollecitazioni che nei giorni scorsi mi sono arrivate e fare chiarezza rispetto ad accuse ed illazioni che comunque non scalfiscono la mia moralità e la mia professionalità. In premessa sottolineo: voglio fare il lavoro che amo, capisco che per i leoni da tastiera stare a casa tutto il tempo non sia semplice e che, in un momento in cui tutti scappano, non sia facilmente comprensibile una scelta contraria. Ma ci sarà tempo per pensare a questo, non oggi che si sta consumando una catastrofe che va aldilà di ogni barriera, confine o fazione politica, sociale e generazionale. Prima falsità: sovrapposizione di incarico e stipendi.  Nell'ipotesi di un mio impegno part-time all'interno della Asl, avrei perso buona parte dell’indennità che ora percepisco in qualità di Assessore. A fine mese, avrei percepito molto meno, ma lo avrei fatto volentieri per una giusta causa. Nessuno sa, però, che per evitare dispute giuridiche che avrebbero sottratto tempo prezioso, tanto all'Azienda quanto alla Regione Abruzzo (pur avendo in mano pareri di giuristi molto qualificati che escludono qualsiasi forma di incompatibilità) ho formalizzato, ben prima dell'inizio delle sinistre polemiche, una dichiarazione con cui garantisco la gratuità delle mie prestazioni professionali. Consiglio di congedare l'intelligence rossa, che troppo spesso si rivela impreparata ed autolesionista. Seconda falsità: Liris non va in corsia ma svolge attività amministrativa. Qui siamo all'ignoranza in materia. Un epidemiologo non deve intubare i pazienti in terapia intensiva, ha altri compiti: la mia corsia è l'ospedale, la mia professionalità riguarda la gestione dell'epidemia, del contagio, del rischio, delle misure igienico-sanitarie, della gestione dei posti letto, del personale, degli spazi, dei percorsi sporco/pulito. Sono un medico della Prevenzione che ha alle spalle studi e docenze di management sanitario, sono un medico del Lavoro, che conosce l'utilizzo di dispositivi di protezione individuale e i documenti di valutazione del rischio. Ricordo che il 20 febbraio scorso, quando in pochi sapevano cosa fosse il Covid-19, sono stato oggetto di attacchi ed ironie perché avevo invitato all’utilizzo delle mascherine all'interno degli spazi regionali affollati. In molti, da allora, mi hanno già chiesto scusa. Terza falsità: non sono conciliabili i ruoli di medico e assessore in termini di tempo. Il mio lavoro da Assessore è sotto gli occhi di tutti, basta verificare la produzione degli atti e la mia presenza, anche fisica, in Regione Abruzzo. Lavorerò in ospedale fuori dalla mia attività di Giunta che non verrà minimamente intaccata, né nella quantità né nella qualità. Non ultimo, è l’aspetto per cui il mio impegno è limitato al periodo dell’emergenza, come si evince chiaramente dalla documentazione in possesso della Asl e di cui qualcuno avrebbe potuto e dovuto prendere visione prima di urlare alla luna. Quarta falsità: questo è un modo per acquisire ruoli all'interno della Asl L'Ospedale è la mia casa, perché lì sono cresciuto professionalmente, ho studiato e lavorato, e dove un giorno vorrò tornare: lì c’è una parte importante della mia storia, di medico e di uomo. Mi occupavo di prevenzione dei tumori e screening sulla popolazione: non c’è nulla di più gratificante nell’evitare il pericolo di una patologia riducendone il rischio. Questo è il compito di epidemiologi, igienisti, medici della prevenzione e del lavoro. Non operano in sala operatoria, ma vedono ed analizzano il pericolo sanitario prima degli altri e sono preparati per prevenire e gestire il rischio. Ecco perché sono determinanti in questa fase, ecco perché i medici di Bergamo lamentano la mancata gestione dell’emergenza lombarda da parte di epidemiologi". (REGFLASH) US200407    

Coronavirus: l'assessore Verì rilancia l'appello, rimanete a casa

(REGFLASH) Pescara. 7 apr. – “Rimanere in casa, evitare qualunque spostamento non strettamente necessario e rispettare le prescrizioni dettate dalla normativa nazionale e regionale. Anche se da qualche giorno i dati dei contagi in Abruzzo sembrano mostrare una leggera inversione di tendenza, non siamo assolutamente fuori pericolo”. Lo ribadisce l’assessore alla salute, Nicoletta Verì, ricordando come le misure di distanziamento sociale siano l’arma più efficace per combattere la diffusione del Covid 19. “Comprendo perfettamente la sofferenza che queste limitazioni portano a ciascuno di noi – continua l’assessore – ma voglio sottolineare con forza che si tratta di un sacrificio indispensabile per tutelare la nostra salute, dei nostri cari e di tutta la comunità”. La Verì rimarca il grande lavoro che tutte le forze dell’ordine stanno portando avanti per il controllo del territorio e per contrastare la violazione dei divieti. “Purtroppo – aggiunge – sto assistendo a un aumento del numero di coloro che escono di casa senza motivi validi, giustificandosi con spiegazioni puerili e a volte davvero incredibili. Capisco le difficoltà, capisco che il clima primaverile renda ancora più difficile rispettare le norme, ma chiedo a tutti di proseguire nella strada intrapresa, perché è la sola che ci permetterà di uscire da questo dramma che tutti noi stiamo vivendo. E’ un dovere morale, giuridico e civico, ma è anche soprattutto una forma di rispetto nei confronti dei tantissimi (che sono per fortuna la maggioranza) che stanno invece osservando le prescrizioni”. (REGFLASH) US 200407

Coronavirus: celiachia, Verì predispone proroga validità buoni e altre misure per i pazienti

(REGFLASH) Pescara. 7 apr. – La data di scadenza dei buoni con cui i pazienti celiaci acquistano i prodotti alimentari sarà prorogata di un mese e inoltre sarà possibile (nel caso l’operatore commerciale desse la propria disponibilità) ordinare gli stessi prodotti per via telematica, evitando le uscite di casa. Sono alcuni dei punti contenuti nel documento firmato dall’assessore alla salute, Nicoletta Verì, che verranno recepiti in una specifica ordinanza del presidente della Regione, Marco Marsilio. “In questo periodo di emergenza – spiega l’assessore – molti pazienti celiaci si sono trovati a dover affrontare una serie di disagi per l’utilizzo dei voucher con cui acquistano gli specifici prodotti per la loro alimentazione. Di qui la necessità di introdurre alcune misure, per andare incontro alle loro necessità”. Il provvedimento prevede, innanzitutto, che l’eventuale credito residuo dei buoni di marzo, possa essere speso entro il 30 aprile. E lo stesso avverrà con i buoni dei mesi successivi: quelli di aprile potranno essere spesi fino al 31 maggio, quelli di maggio fino al 30 giugno, quelli di giugno fino al 31 luglio. “Non solo – prosegue l’assessore – in caso di accordo con l’operatore commerciale, il buono potrà essere trasmesso allo stesso per via telematica, contestualmente all’ordine degli alimenti. E sarà consegnato ‘fisicamente’ solo nel momento della consegna a domicilio dei prodotti. Ribadisco che quest’ultimo aspetto è legato a una facoltà, non a un obbligo per l’operatore commerciale”. (REGFLASH) US 200407

Biblioteche: Febbo, servizio digitale cresce in maniera esponenziale 

 "La chiusura delle nostre strutture non ha frenato la voglia di leggere anche attraverso i nuovi dispositivi. Il servizio digitale è cresciuto esponenzialmente facendo quasi quintuplicare  le consultazioni e i prestiti. La cultura rimane un elemento essenziale per la Regione Abruzzo e per questo abbiamo deciso anche di implementare l’offerta sul nostro portale Abruzzo Digital Library”.  L’assessore Mauro Febbo, con delega Beni e attività culturali e di spettacolo, Attività produttive e Turismo ha commentato così il raddoppio degli iscritti sulla piattaforma nel solo mese di marzo. Pur essendo chiuse le Biblioteche e le Agenzie di Promozione culturale della Regione Abruzzo continuano la loro attività di prestito e libera consultazione dell’emeroteca grazie alla piattaforma Mlol a cui la Regione ha aderito dal 2018. A disposizione degli utenti infatti ci sono più di 50000 ebook e di 7000 quotidiani italiani e stranieri: dal Corriere della sera alla Gazzetta dello Sport passando per numerosi settimanali e mensili da tutto il mondo. Tutte le Agenzie e Biblioteche ex provinciali si sono attivate sui propri territori di riferimento  per far conoscere le nuove e facilitate modalità di accesso al sistema: basta infatti inviare una mail indicando nome e cognome e un indirizzo mail per essere iscritti immediatamente. Da alcuni giorni, lo ricordiamo,  sono a disposizione per tutti gli iscritti i titoli di alcune importanti case editrici: Il Mulino e Fandango e inoltre sono state acquistate più copie dei titoli di maggior interesse per i nostri utenti. Da oggi inoltre è stato innalzato il limite dei prestiti mensili per utente passando dagli attuali 2 a 3 prestiti al mese.  Nel link sottostante è possibile trovare l’elenco delle strutture attive nelle iscrizioni e ulteriori informazioni al riguardo:  https://abruzzo.medialibrary.it/pagine/pagina.aspx?id=570   (regflash) K.Scolta 200407

Bussi: Febbo, sentenza Consiglio di Stato ripristina dignità per il territorio

(REGFLASH) Pescara, 7 apr.  «La sentenza con cui il Consiglio di Stato ha condannato in maniera cristallina la Edison alla bonifica dell'area della discarica di Bussi è una bella notizia per uno specifico territorio sito nel cuore della nostra Regione e sopratutto rende onore e giustizia all'intero Abruzzo. Adesso è necessario che il Ministero acceleri nell'erogazione dei 50 milioni di euro destinati alla bonifica stanziati, per chi se lo fosse dimenticato, dal Governo Berlusconi attraverso la Legge Finanziaria del 2010». È il commento dell'assessore alle Attività Produttive e Turismo Mauro Febbo che specifica «come sono pienamente soddisfatto e plaudo ad una  sentenza sicuramente storica mettendo parola fine ad un lungo ed importante contenzioso che ha visto la Edison contro Provincia di Pescara, Comune di Bussi, il Ministero dell'Ambiente e la Regione Abruzzo. Adesso la Regione Abruzzo farà tutta la sua parte e sopratutto vigilerà affinché la Edison provveda in tempi certi alla bonifica delle aree inquinate 2A e 2B e zone limitrofe situate a ridosso del centro abitato di Bussi sul Tirino. Ovviamente  - sottolinea Febbo - come Regione apriremo anche una discussione sul futuro di una specifica e particolare area, importante sotto il profilo industriale ma strategica anche sul piano turistico e ambientale e questo lo faremo attraverso una interlocuzione in il Ministero dell'Ambiente. Pertanto - conclude Febbo - da domani inizia un nuovo percorso per l’Abruzzo e per il territorio della Val Pescara, partendo dall'utilizzo dei circa 50 milioni relativi al bando pubblico per i lavori di bonifica dei siti 2A e 2B e della stessa Tremonti». (REGFLASH) US/GILPET/200407 

Coronavirus: Abruzzo, dati aggiornati al 7 aprile. Positivi a 1799

(REGFLASH) Pescara, 7 apr. - In Abruzzo, dall’inizio dell’emergenza, sono stati registrati 1799 casi positivi al Covid 19, diagnosticati dai test eseguiti nel laboratorio di riferimento regionale di Pescara, anche attraverso l’Istituto Zooprofilattico di Teramo e l’Università di Chieti. Rispetto a ieri si registra un aumento di 78 nuovi casi, su un totale di 683 tamponi analizzati (11.4 per cento di positivi sul totale). Nella giornata di ieri (6 aprile) i positivi erano stati 18 su un totale di 394 tamponi analizzati (4.5 per cento). 337 pazienti sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva (53 in provincia dell’Aquila, 75 in provincia di Chieti, 127 in provincia di Pescara e 82 in provincia di Teramo), 67 in terapia intensiva (13 in provincia dell’Aquila, 18 in provincia di Chieti, 29 in provincia di Pescara e 11 in provincia di Teramo), mentre gli altri 1087 sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl (94 in provincia dell’Aquila, 179 in provincia di Chieti, 448 in provincia di Pescara e 366 in provincia di Teramo). Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 172 pazienti deceduti: i nuovi decessi (alcuni dei quali avvenuti nei giorni scorsi, ma la cui positività al virus è arrivata oggi) riguardano un 90enne di Altino, un 58enne di Pescara e un 89enne di Silvi (spetterà in ogni caso all’Istituto Superiore di sanità attribuire le morti al Coronavirus, in quanto si tratta di persone che potrebbero già essere state affette da patologie pregresse); 136 guariti (di cui 116 che da sintomatici con manifestazioni cliniche associate al Covid 19, sono diventati asintomatici e 20 che hanno cioè risolto i sintomi dell’infezione e sono risultati negativi in due test consecutivi). Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 14904 test, di cui 9423 sono risultati negativi. La differenza tra il numero dei test eseguiti e gli esiti, è legato al fatto che più test vengono effettuati sullo stesso paziente. Nel totale viene considerato anche il numero degli esami presi in carico e tuttora in corso. Del totale dei casi positivi, 189 si riferiscono alla Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, 343 alla Asl Lanciano-Vasto-Chieti, 756 alla Asl di Pescara e 511 alla Asl di Teramo. Dei 78 casi positivi al Covid 19 registrati oggi, 6 fanno riferimento alla Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, 16 alla Asl Lanciano-Vasto-Chieti, 29 alla Asl di Pescara e 27 alla Asl di Teramo. Il dato riguarda la presa in carico dei pazienti e non coincide necessariamente con la loro residenza anagrafica, in quanto ci sono pazienti residenti in una provincia che sono in cura in una diversa Asl provinciale. Inoltre, per ragioni cliniche, ci sono pazienti che sono stati trasferiti da un ospedale all’altro, anche in presidi di Asl differenti. Lo comunica il Servizio Prevenzione e Tutela della Salute dell’Assessorato regionale alla Sanità. (REGFLASH) FRAFLA 200407    

Potenziamento rete ferroviaria regionale: investimenti e via a cantieri per 120 milioni di euro. Reggio-Ciano: parte ricostruzione ponte Cavriago

Continuano i lavori per estendere l'elettrificazione e la posa del sistema di sicurezza Scmt. Corsini: "Spinta decisiva al sistema economico regionale"

Covid-19, la Regione sostiene l’agricoltura: via al bando da 15,6 milioni per i vigneti, accelerazione dei pagamenti e rinvii scadenze

L'assessore Mammi: "Un aiuto concreto per venire incontro alle esigenze delle imprese". Incentivi fino a 11.400 euro all'ettaro, domande entro il 15 luglio

Coronavirus, i presidenti Bonaccini e Rousset (Nuova Aquitania, Francia) scrivono alla commissaria europea Ferreira: non c’è più tempo per esitare

Subito la possibilità di utilizzare i residui dei Fondi Ue con procedure semplificate e prolungamento dell'attuale programmazione per disporre di risorse aggiuntive fresche

Coronavirus, già assunti 2mila medici e infermieri e ora bando per reclutarne anche all’estero

Assunzioni temporanee. Necessaria l'idoneità allo svolgimento della professione regolata da specifiche direttive dell'Unione europea

#laculturanonsiferma: musica, poesia, teatro e cinema nel programma della settimana, con la raccolta fondi per l’emergenza Coronavirus

In evidenza la "Musica che cura", oltre 30 artisti per sostenere la Protezione civile su Emiliaromagnacreativa.it e Lepida Tv

Cinema, la Regione a sostegno della creatività finanzia 13 progetti di sviluppo di nuove opere

I progetti selezionati da un Nucleo di valutazione su 38 candidature: 120mila euro il contributo complessivo

‘IntERvallo 182’, su Lepida TV prosegue la programmazione del magazine quotidiano dedicato agli adolescenti

Ambiente, scuola, formazione, lavoro, arte, musica, cultura, competenze digitali: uno spazio di approfondimento per i giovani costretti a casa dall'epidemia

Conferimento incarico biennale di RSPP – Avviso di selezione comparativa

Conferimento incarico biennale di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) ai sensi del D.Lgs. 09/04/2008 n. 81, Testo Unico sulla Sicurezza e Salute nei Luoghi di Lavoro della Società Fi.R.A. Spa: avviso di selezione comparativa.  I soggetti interessati possono presentare domanda entro il 24 aprile 2020. Consulta la documentazione  

Coronavirus: Marsilio visita i locali del nuovo ospedale Covid di Pescara

(REGFLASH) Pescara, 6 apr. Il presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio,accompagnato ai tecnici, questa mattina, si è recato nei locali del futuro ospedale Covid che sorgerà nell'attuale palazzina "rossa" collegata   all'ospedale civile S.Spirito di Pescara.

Marsilio in ricordo del 6 aprile 2009

Il video messaggio del presidente Marco Marsilio, in occasione dell'undicesimo anniversario del terremoto che ha sconvolto L'Aquila e l'Abruzzo, è visionabile al link:    https://youtu.be/Ru5m27xwTJg     

Cassa in deroga: Fioretti, da mercoledì presentazione domande

 (REGFLASH) Pescara, 6 apr. - "Da mercoledì 8 aprile i titolari delle piccole imprese potranno presentare le domande per l'erogazione della Cassa integrazione in deroga in favore dei propri dipendenti". Lo comunica l'assessore alle Politiche del Lavoro, Piero Fioretti, al termine dell'ultima verifica tecnica della piattaforma telematica dedicata. "Come anticipato la scorsa settimana - aggiunge l'assessore - è stata perfezionata la piattaforma informatica sulla quale si potranno presentare le istanze per la Cassa integrazione in deroga. Sará operativa da mercoledì 8 aprile, all'indirizzo https://sportello.regione.abruzzo.it, secondo le modalità indicate nell'accordo quadro, che abbiamo concluso lo scorso 30 marzo con i sindacati e le parti sociali. E' importante precisare - sottolinea Fioretti - che tutte le domande di Cassa integrazione in deroga verranno esaminate ed eventualmente finanziate, se nel rispetto di quanto previsto dal decreto, a prescindere dal giorno in cui verranno presentate sulla piattaforma. Non esiste, dunque, una priorità di finanziamento legata al giorno o all'ora di presentazione e, quindi, nessun 'click day'. Abbiamo lavorato per mettere a disposizione delle imprese un percorso pratico ed efficiente". Nel giro di una settimana il servizio Informatico della Regione ha predisposto la piattaforma chiamata a recepire le istanze degli imprenditori, prevedendo anche un potenziamento per il carico informatico. "In questi giorni gli uffici regionali del Dipartimento Lavoro hanno operato alacremente - aggiunge Fioretti - prevedendo un Manuale operativo e la modulistica specifica. Sarà poi garantita, da mercoledì, anche un'assistenza email e telefonica con l'ausilio anche dell'Urp. Contestualmente, abbiamo creato un gruppo di lavoro che avrà il compito di avviare, da subito, l'istruttoria delle domande per accelerare la decretazione all'Inps relativa alle domande approvate. La regione Abruzzo è perfettamente in linea con le altre regioni, con le quali si è lavorato in sinergia per rilevare e comunicare al Governo tutte le criticità, carenze ed inadeguatezze dei tanti Decreti finora emanati. Tengo a sottolineare il lavoro dei tecnici informatici - insiste Fioretti - tutto questo è stato fatto in condizioni di emergenza, con il personale della Regione Abruzzo in smart working e, quindi, con tutte le difficoltà del caso. Sotto questo punto di vista - conclude l'assessore alle Politiche del lavoro - noi siamo tranquilli e pronti, con l'operatività della piattaforma e l'inizio della ricezione delle domande". Secondo le stime del ministero del Lavoro, in Abruzzo hanno diritto alla Cassa integrazione in deroga circa 54 mila lavoratori, per una copertura temporale di 9 settimane e con uno stanziamento, ad oggi, di soli 70 milioni di euro, cifra che ci aspettiamo venga incrementata dal Governo, per dare una risposta più adeguata alle esigenze dei lavoratori abruzzesi. (REGFLASH) IAV 200406

Suinicoltura, Regioni Emilia-Romagna e Lombardia: “Filiera compatta per difesa Made in Italy”

Gli assessori regionali Mammi e Rolfi riuniscono in videoconferenza il tavolo interregionale. Azioni immediate e a medio termine

Coronavirus: Marsilio e Verì, a Pescara il nuovo ospedale Covid-19

(REGFLASH) Pescara, 6 apr.  Il Presidente Marco Marsilio e l'assessore alla sanità Nicoletta Verì hanno presentato, nel corso di una conferenza stampa, che si è tenuta oggi pomeriggio, il progetto per realizzare a Pescara un ospedale Covid-19. La struttura sanitaria verrà allestita nella struttura ex Ivap, adiacente al presidio ospedaliero "Santo Spirito". Ieri sera, il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha comunicato il parere favorevole e autorizzato la spesa di 7 milioni di euro per i lavori di riqualificazione della palazzina; altri 3 milioni di euro saranno concessi dalla Banca d'Italia. «Con 10 milioni di euro si potrà realizzare il progetto dell’Ospedale Covid-19 a Pescara - ha esordito il Presidente Marco Marsilio -. Se dovessero mancare i fondi, la Regione è pronta ad intervenire. Già martedì si procederà all’affidamento della progettazione dei lavori ed entro 24 ore si passerà all’apertura del cantiere. Secondo i tecnici, serviranno 14 giorni di lavoro - il cantiere sarà attivo notte e giorno - per allestire i primi 20 posti letto e successivamente si procederà a migliorare il progetto. Prima di scegliere la struttura di Pescara, secondo le linee guida dettate dal Ministero della Sanità e dagli infettivologi, i nostri tecnici avevano valutato anche altre ipotesi, tra cui gli immobili di Manoppello. Dopo attente valutazioni, la struttura ex Ivap è sembrata quella più idonea, poiché è collegata al nosocomio ma separata strutturalmente dai reparti dell'ospedale. È un progetto che ha ulteriore pregio: dopo l'emergenza - ha osservato il presidente - la struttura sarà lasciata in eredità al sistema sanitario regionale. Questa pandemia - ha concluso Marsilio - ci porterà a rivedere l'intera organizzazione sanitaria regionale sul territorio». L'assessore Nicoletta Verì ha annunciato che la regione Abruzzo è pronta a entrare nella fase 2 dell'emergenza sanitaria. «Non dobbiamo allentare il livello di attenzione - ha detto l'assessore Verì - in quanto una cura certa ed un vaccino non li abbiamo ancora trovati. Ci sono dei posti liberi di terapia intensiva a testimonianza che nel nostro sistema sanitario ci sono stati buoni livelli di prevenzione e di cure. Abbiamo più di mille pazienti in osservazione familiare». (REGFLASH) GILPET/200406