Un dirigente del team...

Un dirigente del team...

che realizza servizi ed interviste per giornali, riviste, radio tv e varie testate giornalistiche.

Business Plan

Business Plan

Il piano di fornitura che dedichiamo alle Emittenti Televisive con cui forniamo interviste audio e video con contenuti dinamici testi e quantaltro occorrente per rendere il servizio brillante sotto ogni aspetto.

Una delle ultime interviste...

Una delle ultime interviste...

realizzata a Dubai per conto di una Emittente televisiva francese

Un Dirigente in Riunione con i Collaboratori

Un Dirigente in Riunione con i Collaboratori

a cui impartisce aggiornamenti periodici sulle metodiche e realizzazioni giornalistiche all\'avanguardia.

Un affiatato Team...

Un affiatato Team...

che lavora instancabilmente per realizzare i migliori reportage diffusi dalla stragrande maggioranza delle emittenti radio televisive di tutta Europa.

 

Una settimana di vacanza gratuita in Emilia-Romagna: la Regione ringrazia medici e infermieri volontari venuti a lavorare qui nell’emergenza Coronavirus

In collaborazione con Federalberghi e Assohotel. Bonaccini-Corsini: "L'abbraccio della nostra terra a chi ha voluto prestare il proprio aiuto"

Danni da maltempo: Marsilio chiede conto a Legnini e Borrelli dei ritardi nei rimborsi

I COMUNI DEL CRATERE SISMICO FURONO COLPITI NEL GENNAIO 2017  (REGFLASH) Pescara, 4 giu. - I rimborsi per i danni causati dagli eccezionali fenomeni meteorologici del gennaio 2017 a favore dei Comuni del cratere sismico tardano ad arrivare a causa di un vuoto normativo. Per questo motivo il presidente della Regione, Marco Marsilio, ha inviato una lettera al Commissario per la Ricostruzione, Giovanni Legnini, e al capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, al fine di colmare questo vuoto e dare risposte positive a comunità che oltre ai danni causati dalla forte nevicata, a cavallo tra il 2016 e il 2017 hanno subito anche gli eventi sismici.  Marsilio ha messo in evidenza la sperequazione che si è venuta a creare dopo che il Consiglio dei Ministri ha avviato le procedure per il ristoro dei danni a favore dei Comuni, del patrimonio privato e delle attività economiche e produttive ricadenti in territori al di fuori del cratere sismico.  "Detta condizione - ha scritto Marsilio - ha richiamato inevitabilmente l'attenzione da parte delle popolazioni e degli amministratori dei Comuni ricompresi nel cratere, colpiti dai medesimi eventi", i quali hanno manifestato il disagio subìto a causa della mancata adozione di provvedimenti ad hoc per il ristoro dei danni.  Sulla base del censimento effettuato dalla Protezione civile regionale sull'apposita piattaforma informatica i fabbisogni segnalati all'interno del cratere sismico ammontano a oltre 160 milioni di euro: 98 milioni per il patrimonio pubblico, 33 milioni per quello privato e quasi 29 milioni per i danni subìti da attività economiche e produttive. (REGFLASH) US200604    

Coronavirus, l’aggiornamento: 18 nuovi positivi, di cui 16 asintomatici da screening regionali. Oltre 21mila guariti (+162), il 75,4% dei contagiati totali

Nessun nuovo caso in Romagna (dove non si registrano neanche decessi) e a Modena. 5.080 tamponi e 2.836 test sierologici. I malati ancora giù: -151. Sette nuovi decessi

Coronavirus: ok a proposta Abruzzo per rafforzamento sistema trasfusionale nazionale

(REGFLASH) Pescara, 4 giu. - La Commissione Salute della Conferenza delle Regioni, nel corso della discussione sulle proposte di emendamento al Decreto Rilancio, ha approvato un emendamento proposto dall’Area Servizi Trasfusionali (il cui coordinamento tecnico è affidato alla Regione Abruzzo) per garantire la sostenibilità dell’autosufficienza nazionale e regionale durante la pandemia Covid 19.   “Questo emendamento – chiarisce l’assessore alla Salute, Nicoletta Verì – prevede la definizione di specifiche azioni organizzative che le Regioni e le Province autonome dovranno adottare nell’ambito dei piani di riorganizzazione della rete ospedaliera e dei programmi operativi richiamati dal Decreto Rilancio. Le azioni riguarderanno in particolare il rafforzamento delle filiere produttive regionali e interregionali di sangue, emocomponenti e medicinali plasmaderivati, delle attività di medicina trasfusionale in ospedale e sul territorio e di attività assistenziali innovative, come la terapia con il plasma iperimmune e in prospettiva con immunoglobuline specifiche anti Sars CoV-2”. Un progetto, condiviso da tutte le Regioni, nato dalla necessità di programmare tempestivamente interventi strutturali a sostegno del Sistema trasfusionale nazionale. “Così da evitare – spiega  Pasquale Colamartino, coordinatore tecnico dell’Area servizi trasfusionali della Commissione salute e direttore del Centro regionale Sangue – che in caso di una nuova ondata di contagi, si determini un possibile scenario critico di squilibrio tra produzione e consumi di sangue ed emocomponenti, considerato anche che le misure di distanziamento sociale rallentano in maniera significativa l’accesso dei donatori nei Centri di raccolta sangue, limitandone la produttività oraria. Per questa ragione è necessario che le Regioni e le Province autonome, nell’ambito dei Piani di riorganizzazione della rete ospedaliera e territoriale, prevedano adeguate misure organizzative e investimenti finalizzati”. Le azioni si concentreranno in particolare sul rafforzare l’organizzazione dedicata alla chiamata e alla gestione programmata degli accessi dei donatori; garantire l’ampliamento delle fasce orarie e delle giornate di lavoro dedicate alla raccolta ed alle successive fasi di trasporto, lavorazione, qualificazione biologica e stoccaggio del sangue e degli emocomponenti; rafforzare le attività di Medicina trasfusionale sul territorio per la gestione delle terapie trasfusionali a domicilio, nei presidi territoriali di assistenza o nelle residenze sanitarie assistite. “La decisione assunta della Commissione Salute – conclude l’assessore - rappresenta per il Sistema Trasfusionale una importante opportunità di crescita e un segnale di attenzione per la sostenibilità dell’autosufficienza nazionale. Naturalmente adesso la parola definitiva spetta al Governo e al Parlamento, con l’impegno che le Regioni assumeranno ogni possibile iniziativa affinché anche in queste sedi istituzionali la proposta di emendamento trovi condivisione”. (REGFLASH) US 200604    

Infrastrutture: Marsilio scrive a Conte per la Pescara-Roma

CHIESTO UN INCONTRO A PREMIER PER PROGETTO SU ALTA VELOCITÀ (REGFLASH) Pescara, 4 giu. Il presidente della Giunta regionale, Marco Marsilio, ha scritto al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte per esprimergli il "grande interesse e particolare compiacimento per il fatto che, tra gli impegni programmatici da Lei assunti ieri sera in conferenza stampa, ha annunciato non soltanto l'Alta Velocità sulla linea adriatica, sulla quale progetti di potenziamento e velocizzazione sono già in corso, ma ha fatto espresso riferimento alla necessità di realizzare l'Alta Velocità sulla tratta Roma-Pescara, il che segna un rilevante quanto ambizioso balzo in avanti". Il presidente Marsilio ha, poi, ricordato come la Regione Abruzzo abbia inserito questo tema tra le principali priorità del proprio programma.  Progetto rispetto al quale, tuttavia, fino a oggi, ha ricordato Marsilio, le strutture tecniche e anche politiche del Ministero e di RFI hanno sempre obiettato come un intervento del genere non soddisfacesse requisiti e analisi "costi-benefici" arretrando su programmi meno ambiziosi di velocizzazione e ammodernamento della linea.  "Con tali obiettivi, - ha proseguito Marsilio - a marzo scorso, la Regione Abruzzo, insieme alla Regione Lazio, al Ministero e a RFI, ha costituito un tavolo tecnico che sta lavorando e che nelle prossime settimane elaborerà, per la prima volta, una proposta progettuale condivisa sull'intero tracciato per spendere le poche risorse sinora disponibili. Saremmo pronti a rilanciare e trasformare questo tavolo, - ha aggiunto - se gli si desse un mandato preciso e gli si affidasse un adeguato budget, affinché in continuità con il lavoro svolto sinora, possa essere messa in campo una progettazione finalizzata a realizzare una vera linea di Alta Velocità, senza limitarsi a un mero potenziamento dell'esistente". Il presidente della Giunta regionale ha, infine, manifestato al premier Conte immediata disponibilità ad un incontro "offrendo soprattutto quella collaborazione istituzionale che ci permetterà di passare il più rapidamente possibile dai proclami ai fatti, realizzando un'opera dalle forti potenzialità economiche, che, tra l'altro, migliorerebbe sensibilmente la vita delle nostre popolazioni". (REGFLASH) DURA200604      

Porto di ortona: Febbo, cronoprogramma per lo sviluppo

(REGFLASH) Pescara, 4 giu. "Affrontate le principali problematiche inerenti il potenziamento del porto di Ortona e stilato un cronoprogramma per il suo sviluppo". Questo il commento dell'assessore, Mauro Febbo, a margine della riunione di stamani con il sindaco di Ortona, Leo Castiglione e i dirigenti regionali, gli ingegneri Emidio Primavera e Paolo D'Incecco. "Tre gli argomenti principali su cui ci siamo confrontati: il dragaggio, il collegamento con il casello autostradale e lo sviluppo della banchina. Un incontro utile per analizzare lo stato dell'arte di lavori fermi da troppo. Dallo stesso sono nati anche ulteriori idee da implementare. Affinché non restino parole al vento, ma abbiano un celere riscontro, è stato già fissato un cronoprogramma. Si parte con un nuovo incontro previsto per mercoledì 10 giugno. Nodi cruciali, sui quali sapremo far sentire le nostre ragioni, saranno sciolti in un incontro con l'Autorità di Sistema Portuale di Ancona, da cui Ortona dipende, che deve farsi promotrice di azioni lungimiranti e strategiche di concerto con l'ARAP, l'Agenzia Regionale delle Attività Produttive”". "Stiamo intervenendo - conclude Febbo - per dare risposte agli operatori e alle aziende e fare del porto di Ortona un'infrastruttura intermodale e di rilevanza nazionale, capace di essere davvero volano di economia, occupazione, sviluppo". (REGFLASH) US200604    

Coronavirus: Abruzzo, dati aggiornati al 4 giugno. Casi positivi a 3255

(REGFLASH) Pescara, 4 giu. - In Abruzzo, dall’inizio dell’emergenza, sono stati registrati 3255 casi positivi al Covid 19, diagnosticati dai test eseguiti nel laboratorio di riferimento regionale di Pescara, dall’Istituto Zooprofilattico di Teramo, dall’Università di Chieti e dal laboratorio dell’ospedale dell’Aquila. Rispetto a ieri si registra un aumento di 3 nuovi casi su un totale di 887 tamponi analizzati (0.3 per cento di positivi sul totale). 109 pazienti (-3 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 3 (invariato rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 592 (-29 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 415 pazienti deceduti (+1 rispetto a ieri). Il decesso di oggi è riferito a una 93enne di Montesilvano; 2136 dimessi/guariti (+34 rispetto a ieri, di cui 142 che da sintomatici con manifestazioni cliniche associate al Covid 19, sono diventati asintomatici e 1994 che hanno cioè risolto i sintomi dell’infezione e sono risultati negativi in due test consecutivi). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 704, con una diminuzione di 32 unità rispetto a ieri. Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 79720 test, di cui 73412 sono risultati negativi. La differenza tra il numero dei test eseguiti e gli esiti, è legato al fatto che più test vengono effettuati sullo stesso paziente. Nel totale viene considerato anche il numero degli esami presi in carico e tuttora in corso. Del totale dei casi positivi, 247 si riferiscono alla Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, 824 alla Asl Lanciano-Vasto-Chieti, 1526 alla Asl di Pescara e 658 alla Asl di Teramo. Il dato riguarda la presa in carico dei pazienti e non coincide necessariamente con la loro residenza anagrafica, in quanto ci sono pazienti residenti in una provincia che sono in cura in una diversa Asl provinciale. Inoltre, per ragioni cliniche, ci sono pazienti che sono stati trasferiti da un ospedale all’altro, anche in presidi di Asl differenti. Lo comunica il Servizio Prevenzione e Tutela della Salute dell’Assessorato regionale alla Sanità. (REGFLASH) FRAFLA 200604  

Cinema: Dalle ore 16.00 Febbo partecipa a maratona live delle Film Commission

(REGFLASH) Pescara, 4 giu. L'assessore con delega ai Beni e attività culturali e di spettacolo, Mauro Febbo, ed il prof. Piercesare Stagni, rappresentano l'Abruzzo nell'ambito dell'evento "Cinema Italiano Coast To Coast", maratona live che si terrà sul sito www.posso.it dalle ore 16.00 alle ore 20.00 di oggi. La piattaforma partecipativa è ideata da One More Pictures e realizzata da Direct2Brain in collaborazione con Rai Com e con la media partnership di Rai e Rai Cinema.  Le Film Commission, gli artisti, le maestranze, le principali testate online di settore e le istituzioni dell'audiovisivo si confronteranno sulle nuove progettualità del Cinema Italiano, sulle bellezze del territorio, location cinematografiche naturali e uniche la mondo di cui è ricca anche la nostra regione. Conducono l'evento, in diretta streaming, Manuela Cacciamani, Founder di One More Pictures, e Francesco Alò, giornalista e critico cinematografico. Sarà possibile seguire l'evento anche sulla pagina della Regione. (REGFLASH) US200605    

Brand Abruzzo – Revoca bando

Con deliberazione di Giunta regionale n. 280 del 25/05/2020 è stata revocata la procedura aperta per affidamento servizi di promozione e comunicazione per la realizzazione di una campagna di promozione del “Brand Abruzzo” nei mercati di riferimento.

All’Infermi di Rimini inaugurato il primo modulo dell’Hub regionale e nazionale di terapia intensiva: “Rete di alto livello al servizio dei territori e del Paese”

Intervento da 6 milioni di euro, 34 posti letto utilizzabili da subito anche per l'attività ordinaria: "Investiamo nella sanità pubblica". Presenti Boccia e Bonaccini

Domanda di concessione acque

Domanda di concessione per l'utilizzazione del bene del demanio idrico di competenza della Regione Abruzzo. Ditte richiedenti: Cesarini Vincenzo  D'Angelo Enzo  

Alta Velocità: Marsilio commenta le dichiarazioni del Presidente Conte

(REGFLASH) Pescara, 3 giu. – “L’Alta Velocità nei tratti, Pescara-Roma, e lungo la costa adriatica, annunciata dal Presidente Conte dà pienamente ragione della battaglia che conduco sin dal primo giorno per portare l’Abruzzo fuori dalle secche. Fino ad oggi la risposta del Governo si è fermata al semplice ‘potenziamento’ delle linee esistenti, cercando di ‘velocizzare’ i percorsi, ma sempre nei limiti delle infrastrutture esistenti. In particolare per la linea Pescara-Roma, sia RFI che il MIT hanno sempre escluso un investimento per portare l’Alta Velocità, ritenendolo sproporzionato sotto il profilo ‘costi-benefici’. Per questo, anche il tavolo costituito a marzo scorso tra RFI, MIT e le Regioni Lazio e Abruzzo per la velocizzazione della Pescara-Roma sta lavorando (i risultati sono attesi entro la fine di giugno) nei limiti economici e strutturali descritti. Se ora il Presidente Conte afferma con l’autorevolezza del Capo del Governo che – finalmente – si punterà all’Alta Velocità non posso che esserne felice, augurandomi che quanto dichiarato non sia solo un proclama ad effetto destinato ad esaurirsi in pochi giorni, ma l’inizio di una nuova storia per la nostra Regione”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio.(REGFLASH) US/200603

Coronavirus: Abruzzo, dati aggiornati al 3 giugno. Casi positivi a 3252

(REGFLASH) Pescara, 3 giu. - In Abruzzo, dall’inizio dell’emergenza, sono stati registrati 3252 casi positivi al Covid 19, diagnosticati dai test eseguiti nel laboratorio di riferimento regionale di Pescara, dall’Istituto Zooprofilattico di Teramo, dall’Università di Chieti e dal laboratorio dell’ospedale dell’Aquila. Rispetto a ieri si registra un aumento di 3 nuovi casi. Rispetto a venerdì scorso, l’aumento complessivo è stato pari a 15 nuovi casi su un totale di 5761 tamponi analizzati (0.2 per cento di positivi sul totale). 112 pazienti (-10 rispetto a venerdì) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 3 (invariato rispetto a venerdì) in terapia intensiva, mentre gli altri 621 (-24 rispetto a venerdì) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 414 pazienti deceduti (+10 rispetto a venerdì); 2102 dimessi/guariti (+39 rispetto a venerdì, di cui 170 che da sintomatici con manifestazioni cliniche associate al Covid 19, sono diventati asintomatici e 1932 che hanno cioè risolto i sintomi dell’infezione e sono risultati negativi in due test consecutivi). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 736, con una diminuzione di 34 unità rispetto a venerdì. Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 78356 test, di cui 72545 sono risultati negativi. La differenza tra il numero dei test eseguiti e gli esiti, è legato al fatto che più test vengono effettuati sullo stesso paziente. Nel totale viene considerato anche il numero degli esami presi in carico e tuttora in corso. Del totale dei casi positivi, 247 si riferiscono alla Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, 824 alla Asl Lanciano-Vasto-Chieti, 1524 alla Asl di Pescara e 657 alla Asl di Teramo. Il dato riguarda la presa in carico dei pazienti e non coincide necessariamente con la loro residenza anagrafica, in quanto ci sono pazienti residenti in una provincia che sono in cura in una diversa Asl provinciale. Inoltre, per ragioni cliniche, ci sono pazienti che sono stati trasferiti da un ospedale all’altro, anche in presidi di Asl differenti. Lo comunica il Servizio Prevenzione e Tutela della Salute dell’Assessorato regionale alla Sanità. Il prossimo report dettagliato sarà inviato venerdì 5 giugno. (REGFLASH) FRAFLA 200603  

Partecipate: Febbo, approvato bilancio Fira. Ora fusione con Abruzzo Sviluppo

(REGFLASH) Pescara, 3 giu. "La Fira, nell'ultimo Consiglio di Amministrazione, ha approvato, dopo anni, un bilancio che ha registrato un utile". Lo comunica l'assessore alle Attività Produttive Mauro Febbo, che ricorda come "la Fira, società in house providing della Regione Abruzzo, sia stata recentemente oggetto di indagine da parte della Sezione regionale della Corte dei Conti sulla gestione degli esercizi precedenti (2009-2018). Come dichiarato all'inizio del mio insediamento - osserva Febbo -, la società Finanziaria regionale deve tornare a svolgere la funzione essenziale, ovvero concorrere, in base allo statuto, allo sviluppo e al riequilibrio socio-economico del territorio, alla piena occupazione e alla valorizzazione delle risorse imprenditoriali, anche mediante la compartecipazione nella gestione delle risorse europee assegnate alla Regione Abruzzo. Adesso è fondamentale portare a termine la fusione tra le due società in house, Fira e Abruzzo Sviluppo, con l'obiettivo di ottenere una reale razionalizzazione dei costi, contenere le spese e snellire le procedure istruttorie dei bandi; inoltre, la nuova società potrà finalmente avvalersi dell’art. 106, e ottenere dalla Banca d’Italia, l'autorizzazione a diventare una banca di investimenti del territorio e per il sostegno alle piccole e medie imprese. Pertanto - conclude Febbo - con l'approvazione del bilancio di Fira inizia l'iter di fusione con Abruzzo Sviluppo, percorso che dovrà concludersi entro il 31 dicembre 2020". (REGFLAS) US/200603

Costa dei Trabocchi: Campitelli, lunedì riprenderanno i lavori della "Via Verde"

(REGFLASH) Pescara, 3 giu. - Si è tenuta questa mattina, nella sede di Pescara dell'Assessorato alla mobilità sostenibile una riunione del tavolo tecnico istituito per il coordinamento dei lavori per la realizzazione della pista ciclopedonale "Via Verde" della Costa dei Trabocchi. Nel pomeriggio c'è stato anche un sopralluogo nel cantiere. I lavori, dopo lo stop a causa del lockdwon, riprenderanno lunedì. Si tratta di una opera strategica per la Costa dei Trabocchi, con i suoi 44 km di pista ciclopedonale. Il tavolo (composto dai rappresentanti di Regione, Provincia di Chieti, Provveditorato alle Opere pubbliche, staff tecnico e imprese) è tornato a riunirsi dopo l'emergenza epidemiologica per organizzare il cronoprogramma del cantiere. «Siamo a lavoro per consentire di portare a termine le opere: lunedì riprenderanno i lavori. È un intervento importante per la nostra regione - ha spiegato l'assessore Nicola Campitelli -. Sarà mia premura vigilare affinché i lavori possano concludersi velocemente. Controllerò ogni istante l'avanzamento del cantiere. La via Verde - osserva ancora Campitelli - non è una mera opera pubblica ma una architettura ambientale intorno alla quale ruotano importanti economie ed interessi pubblici e privati". Verrà assicurato così il recupero, il rifunzionamento dei detrattori ambientali ed il potenziamento del sistema infrastrutturale all'interno del sistema delle aree protette della Costa dei Trabocchi, all'insegna della mobilità sostenibile e del rispetto dell'ambiente. «La Via Verde diventerà - conclude l'assessore - il simbolo di un intero territorio e modello di una mobilità sostenibile rispettosa dell'ambiente circostante, collocata all'interno di un progetto di vasta area che comprende la completa riqualificazione della costa». (REGFLASH) GILPET/200603  

Il saluto della comunità regionale al personale e ai pazienti dell’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia

Lo sforzo organizzativo dell'Ausl durante l'emergenza. L’assessore Donini in visita: “Il nostro grazie a tutto il sistema sanitario dell'Emilia-Romagna"

Il rendiconto 2019 della Regione: conti in ordine, calo pressione fiscale e si riducono i tempi di pagamento

Giù anche l'indebitamento. L'assessore Calvano: "I territori siano protagonisti della fase di rilancio del Paese che si deve aprire"

Coronavirus, l’aggiornamento: 14 nuovi positivi, pressoché tutti (13) asintomatici individuati da screening regionali. Guarito il 75% dei contagiati totali

Effettuati 3 mila tamponi. 76 nuovi guariti e i malati scendono ancora: -73. In calo i casi lievi a domicilio e i ricoveri. Undici nuovi decessi, nessuno in sei province

Taglio Irap nei comuni montani e del basso ferrarese: già accolte oltre 6 mila richieste, dalla Regione contributi per 22 milioni di euro

Con il 2^ bando interessati altri 1.200 soggetti tra imprese, commercianti, artigiani e professionisti. Colla e Lori: “Un aiuto concreto alle aziende per la ripartenza"

Progetto GOAL 2030: aperto un bando per giovani comunicatori sui temi della sostenibilità

Opportunità riservata a giovani tra i 16 e i 30 anni, candidature entro il 25 giugno

Coronavirus, il presidente Mattarella nomina cinque Cavalieri al merito impegnati in Emilia-Romagna. Bonaccini: “Grazie a nome di tutta la comunità regionale”

Soccorritori, volontari, medici: riconoscimento a Giovanni Moresi, Mata Maxime Esuite Mbandà, Monica Bettoni, Marco Buono e Yvette Batantu Yanzege

L’Emilia-Romagna “corridoio verde” d’Italia: 4,5 milioni di nuovi alberi in 5 anni, uno per ogni abitante

Parte l'operazione con i primi 500mila già quest'anno. Bonaccini-Priolo: "Svolta ecologica per ricostruire subito"

Coronavirus, l’aggiornamento: 19 nuovi positivi, 15 asintomatici da screening regionali. 20.780 i guariti (+163) e -156 malati, scesi sotto i 3mila

Effettuati 4.271 tamponi, più 1.857 test sierologici. Giù i ricoverati nei reparti Covid 358 (-25) e quelli in terapia intensive: 50 (-4). 12 nuovi decessi, nessuno a Modena, Ferrara e Ravenna

Il cordoglio del presidente Bonaccini per la scomparsa di Paolo Fabbri: “Intellettuale che ha saputo innovare”

"Esponente fra i più importanti del panorama culturale italiano e della nostra regione". Semiologo, per 25 anni professore al DAMS di Bologna dove fu collega e amico di Umberto Eco

App Immuni: Marsilio, ok a sperimentazione in Abruzzo

(REGFLASH) Pescara, 1 giu. - "Abbiamo dato la disponibilità della Regione alla sperimentazione di Immuni, nello spirito di leale collaborazione istituzionale che deve ispirare i rapporti tra i vari livelli dello Stato, tanto più in una situazione di emergenza”. Lo afferma il Presidente della Giunta regionale Marco Marsilio. “Come concordato con i ministri Speranza, Pisano e Boccia, abbiamo atteso il rilascio del parere ufficiale del Garante per la protezione dei dati personali, al fine di tutelare fino in fondo i diritti dei cittadini. Nel frattempo gli uffici competenti per la Prevenzione sanitaria e i Sistemi informatici hanno messo a punto l’interfacciamento delle relative piattaforme. Mi auguro che la sperimentazione vada a buon fine e che questo strumento possa dimostrarsi efficace, anche se è forte il timore che il ritardo con cui si sta partendo e le tante incertezze sul suo funzionamento possano ostacolarne l’avvio e pregiudicarne l’efficacia. L’Abruzzo – ha concluso Marsilio - non si tira indietro e anzi si dimostra una volta di più in prima fila nella lotta al coronavirus". (REGFLASH) US/200601